P. Zanchi e M. Rossi: reddito di base, come finanziarlo?

Pubblicato: Venerdì, 27 Maggio 2016 Scritto da i.

Da la Regione del 25.05.2016

Il reddito di base incondizionato (RBI) è una grande innovazione economica e sociale per il XXI secolo. Importo e finanziamento non sono in votazione il 5 giugno, besì demandati al Parlamento. È però giusto che se ne discuta già oggi. “La Regione” (13.05.16) ha presentato ampiamente il modello di finanziamento che il Consiglio federale reputa essere quello dei promotori dell’iniziativa. In realtà è solo una delle proposte, meno efficacace, a nostro avviso, di quella del gruppo svizzero di BIEN (Basic Income Earth Network), fra i principali sostenitori del RBI. Questa proposta intende il RBI come nuova componente della ripartizione primaria del valore aggiunto creato nelle imprese. Oggi, esso è ripartito tramite salari e profitti. Domani, le componenti saranno tre:  RBI, salari e profitti. Per ripartire un RBI di 2'500 fr./mese per gli adulti e 625 fr. per i minorenni (importi indicativi), occorrono 208 miliardi di fr. all’anno, 1/3 circa del PIL. Gli altri 2/3 sarebbero sempre ripartiti tramite salari e profitti, mantenendo quindi l’incentivo al lavoro e all’investimento.

0
0
0
s2smodern

Intervista sul RBI di Giovanni Galli a Martino Rossi

Pubblicato: Venerdì, 27 Maggio 2016 Scritto da i.

dal Corriere del Ticino del 21.05.2016

Iniziativa utopica la definiscono i vostri avversari. Perché per voi non lo è?
Dopo il trentennio di crescita, pieno impiego, sviluppo dei salari e prestazioni sociali (finito con la crisi del 1975), e dopo quello successivo della “rivoluzione neo-liberale” (finito con la crisi del 2008), occorre un nuovo paradigma per il XXI secolo. Il RBI non è un’utopia ma una necessità: “Se l’umanità deve avere un futuro in cui riconoscersi, non potrà averlo prolungando il passato o il presente”, ci ammonisce Hobsbawn.

0
0
0
s2smodern

Robert Reich : senza reddito di base non si andrà avanti

Pubblicato: Mercoledì, 18 Maggio 2016 Scritto da i.

L’economista e Segretario del Lavoro degli Stati Uniti durante la presidenza di Bill Clinton, Robert Reich, è favorevole all'iniziativa svizzera, che considera vincente.

Michael Soukup intervista Robert Reich
Fonte: Tages Anzeiger — 2 maggio 2016

Lei è un illustre sostenitore del reddito di base, su cui la Svizzera voterà a Giugno. Perché ?
Presto o tardi, il reddito di base sarà una necessità, semplicemente perché non abbiamo alternative. Sempre di più, il progresso tecnico fa sparire i migliori posti di lavoro. L'economista inglese John Maynard Keynes disse nel 1928 che, grazie al progresso tecnico, nel 2028 nessuno sarebbe stato più costretto a lavorare per garantirsi da vivere.

0
0
0
s2smodern

Martino Rossi: una buona idea non prematura

Pubblicato: Mercoledì, 11 Maggio 2016 Scritto da i.

“Il reddito di base incondizionato? Può essere una buona idea, persino necessaria, ma è prematura”: così due importanti esponenti del mondo economico mi hanno espresso il loro punto di vista. Idea buona e forse necessaria perché, come scrive un ex-imprenditore tedesco che si dedica a promuovere il reddito di base incondizionato (RBI): “Se non separiamo il lavoro dal reddito, le persone dovranno competere sempre più spesso con i computer, e perderanno prima di quanto pensiamo”.

di Martino Rossi, dal Corriere del Ticino del 10 maggio 2016

0
0
0
s2smodern
Il comitato d'iniziativa
è composto di singole persone nella società civile :

Gabriel Barta, Ginevra / Daniel Häni, Basilea
Christian Müller, Sciaffusa / Ursula Piffaretti, Zugo
Ina Praetorius, San Gallo / Franziska Schläpfer, Zurigo
Oswald Sigg, Berna / Daniel Straub, Zurigo
Questo comitato è indipendente da qualsiasi partito politico, religione, lobby o altro gruppo di influenza.
incondizionato.ch

Il comitato dell'Associazione tiRBI
è composto da persone della società civile:
Colman Thoma, Mezzovico (Presidente),
Agnes Borel, Pianezzo (Cassiere)

Membri stabili del comitato: Associazione QuerciaNera / Gregorio Costantini, Sant Antonio / Donato Anchora, Ivan Miozzari, Lugano
Altri soci:
Gruppo ticinese per il sostegno all’iniziativa
tiRBI non ha scopo di lucro e non è affiliata ad alcun partito,
è aconfessionale e libera da ogni influenza

BIEN-Svizzera,
il cui obiettivo è l'introduzione del reddito di base in Svizzera, sostiene attivamente questa iniziativa ed un membro del Comitato, Gabriel Barta, fa parte a titolo individuale del Comitato d'iniziativa.
bien.ch