Reddito di base: diventa capo di te stesso!

Pubblicato: Lunedì, 30 Maggio 2016 Scritto da i.

Ticino Today, 29 Maggio 2016

Di Donato Anchora, membro dell'Associazione Ticino reddito di base incondizionato

Una delle peculiarità più interessanti del reddito di base è la sua capacità di adattarsi ad esigenze molto diverse tra loro. Supponiamo che una giovane senta che è arrivato il momento di diventare indipendente dalla propria famiglia, ma che non abbia ancora un lavoro retribuito. Il reddito di base lo sostiene nel suo bisogno di avere una vita indipendente rispetto al suo nucleo familiare e le consente di trasferirsi in un proprio appartamento e responsabilizzarsi il prima possibile.

Supponiamo, al contrario, che un giovane avverta il bisogno di mettere su famiglia e fare figli, ma che sia preoccupato di non poter mantenere la futura famiglia. Il RBI sostiene lo sforzo economico derivante dalla creazione di un nuovo nucleo familiare e ne promuove la coesione: meno problemi di soldi, meno litigi, meno rischi di esplosione della coppia, maggiori possibilità di potersi occupare dei figli, ma anche degli anziani. Qualunque sia il vostro progetto di vita, che sia di creare una famiglia o di vivere da soli, aprire un'attività commerciale, cofondare una cooperativa o una start-up, fare attività di volontariato, fare attività politica, vivere delle vostre capacità artistiche, continuare a fare il vostro lavoro come sempre (ma senza ricatti e con molta più serenità), oppure che vogliate dedicarvi allo studio, il reddito di base sosterrà i vostri progetti incondizionatamente. In questo modo, solo in questo modo, potete diventare capi di voi stessi. Erich Fromm, psicologo tedesco, diceva sul reddito di base che esso “assicurerebbe reale libertà e indipendenza; per tale motivo, esso è inaccettabile per ogni sistema basato sullo sfruttamento e il controllo”. Il reddito di base è il prossimo appuntamento iscritto nell'agenda dei diritti sociali da conquistare. Passo dopo passo, conquista sociale dopo conquista sociale, col sostegno della crescita tecnologica, otteniamo nuove quote di libertà dopo aver lavorato per generazioni per conquistarle. Molti raccoglitori di firme, chiedevano ai sottoscrittori dell'iniziativa del RBI di mettere sul capo una corona. Essa rappresenta il principio di sovranità che una volta era appannaggio dei nobili. Per definizione, nessuna persona che sia ricattabile economicamente è allo stesso tempo libera. Concederci vicendevolmente il RBI significa creare una società di liberi individui che esprimono altrettanto liberamente le loro potenzialità creative. Il RBI permette ad ogni individuo di diventare sovrano di sé stesso! Al contrario, oggi il sistema socioeconomico scoraggia la creatività in favore della conformità, schiavizza anziché liberare. Il RBI invece produce un popolo di individui liberi. E allora forza gente! Tra voi e la libertà c'è solo una crocetta sul SÌ al reddito di base incondizionato. Il 5 giugno siate liberi e svizzeri. Ma liberi per davvero!

0
0
0
s2smodern
Il comitato d'iniziativa
è composto di singole persone nella società civile :

Gabriel Barta, Ginevra / Daniel Häni, Basilea
Christian Müller, Sciaffusa / Ursula Piffaretti, Zugo
Ina Praetorius, San Gallo / Franziska Schläpfer, Zurigo
Oswald Sigg, Berna / Daniel Straub, Zurigo
Questo comitato è indipendente da qualsiasi partito politico, religione, lobby o altro gruppo di influenza.
incondizionato.ch

Il comitato dell'Associazione tiRBI
è composto da persone della società civile:
Colman Thoma, Mezzovico (Presidente),
Agnes Borel, Pianezzo (Cassiere)

Membri stabili del comitato: Associazione QuerciaNera / Gregorio Costantini, Sant Antonio / Donato Anchora, Ivan Miozzari, Lugano
Altri soci:
Gruppo ticinese per il sostegno all’iniziativa
tiRBI non ha scopo di lucro e non è affiliata ad alcun partito,
è aconfessionale e libera da ogni influenza

BIEN-Svizzera,
il cui obiettivo è l'introduzione del reddito di base in Svizzera, sostiene attivamente questa iniziativa ed un membro del Comitato, Gabriel Barta, fa parte a titolo individuale del Comitato d'iniziativa.
bien.ch