Martinelli: salvare il capitalismo distribuire il reddito

Pubblicato: Sabato, 04 Giugno 2016 Scritto da i.

dal Corriere del Ticino del 3 giugno 2016, Pietro Martinelli (già consigliere di Stato)

Come salvare il capitalismo è il titolo libro scritto un anno fa da Robert B. Reich, economista ed ex ministro del Lavoro durante il primo quadriennio della presidenza di Bill Clinton (1991-1994). In questo libro Reich descrive come i centri di potere economico-finanziario hanno saputo organizzare (negli Stati Uniti) le regole del gioco in modo da favorire la concentrazione della nuova ricchezza prodotta a livello mondiale nelle loro mani, penalizzando il ceto medio dei produttori e ingigantendo le disuguaglianze. Secondo Reich se non si corre ai ripari «adattando le regole in modo da creare una economia più inclusiva, il ceto medio scomparirà e il capitalismo, come noi lo conosciamo, non sopravvivrà».

0
0
0
s2smodern

Donne, pareggiate i conti!

Pubblicato: Lunedì, 30 Maggio 2016 Scritto da i.

Da Ticinolibero, 29 maggio 2016, Donato Anchora

Il Consiglio federale ha affermato che il reddito di base incondizionato (RBI) spingerebbe i soggetti che lavorano nelle classi salariali più basse o che lavorano a metà tempo, in maggioranza donne, ad occuparsi dell'economica domestica. Il RBI si trasformerebbe in una trappola per le donne perché rafforzerebbe il modello di famiglia e la suddivisione tradizionale dei ruoli tra donne e uomini. Stanno davvero così le cose?

0
0
0
s2smodern

Reddito di base: diventa capo di te stesso!

Pubblicato: Lunedì, 30 Maggio 2016 Scritto da i.

Ticino Today, 29 Maggio 2016

Di Donato Anchora, membro dell'Associazione Ticino reddito di base incondizionato

Una delle peculiarità più interessanti del reddito di base è la sua capacità di adattarsi ad esigenze molto diverse tra loro. Supponiamo che una giovane senta che è arrivato il momento di diventare indipendente dalla propria famiglia, ma che non abbia ancora un lavoro retribuito. Il reddito di base lo sostiene nel suo bisogno di avere una vita indipendente rispetto al suo nucleo familiare e le consente di trasferirsi in un proprio appartamento e responsabilizzarsi il prima possibile.

0
0
0
s2smodern

Reddito di base incondizionato, chi lavorerà?

Pubblicato: Domenica, 29 Maggio 2016 Scritto da i.

dal Corriere del Ticino del 28 maggio 2016

Un sondaggio di Demoscope ha rilevato che se il reddito di base incondizionato (RBI) fosse approvato, solo il 2% smetterebbe di lavorare. Fate un esperimento voi stessi: chiedete a chi vi circonda cosa farebbe se avesse un RBI. Continuare a lavorare, cambiare lavoro, tornare a studiare, fondare una start-up o un'attività indipendente, occuparsi di attività artistiche e creative, di volontariato, e così via: tutti hanno dei progetti di vita, ma a nessuno passa per la mente di usare il RBI per non fare più nulla. E tuttavia tutti vi diranno che gli altri non lavorerebbero. Sono luoghi comuni.

0
0
0
s2smodern
Il comitato d'iniziativa
è composto di singole persone nella società civile :

Gabriel Barta, Ginevra / Daniel Häni, Basilea
Christian Müller, Sciaffusa / Ursula Piffaretti, Zugo
Ina Praetorius, San Gallo / Franziska Schläpfer, Zurigo
Oswald Sigg, Berna / Daniel Straub, Zurigo
Questo comitato è indipendente da qualsiasi partito politico, religione, lobby o altro gruppo di influenza.
incondizionato.ch

Il comitato dell'Associazione tiRBI
è composto da persone della società civile:
Colman Thoma, Mezzovico (Presidente),
Agnes Borel, Pianezzo (Cassiere)

Membri stabili del comitato: Associazione QuerciaNera / Gregorio Costantini, Sant Antonio / Donato Anchora, Ivan Miozzari, Lugano
Altri soci:
Gruppo ticinese per il sostegno all’iniziativa
tiRBI non ha scopo di lucro e non è affiliata ad alcun partito,
è aconfessionale e libera da ogni influenza

BIEN-Svizzera,
il cui obiettivo è l'introduzione del reddito di base in Svizzera, sostiene attivamente questa iniziativa ed un membro del Comitato, Gabriel Barta, fa parte a titolo individuale del Comitato d'iniziativa.
bien.ch